Tartan: le origini del tipico tessuto scozzese

E’ ormai da un po’ di tempo che sul nostro superblog non si parla di tessuti e delle incredibili storie che spesso li accompagnano.
Il grande concorso “premiata da supercut” ci ha distratto un po’ dalle altre novità, ma qui a Supercut non ci fermiamo mai, sono infatti arrivati i nuovissimi tessuti in Tartan, motivo per cui cogliamo l’occasione per approfondire sulle origini di questo meraviglioso tessuto.

Se non avete ancora capito di cosa stiamo parlando, si tratta di quel tessuto caratterizzato da un disegno a riquadri spezzato da linee di vari colori. Realizzato solitamente in armatura diagonale esso presenta la stessa sequenza di strisce e linee ripetuta più e più volte. Le varianti sono infinite e ogni disegno è chiamato “sett”.

Comunemente legato alla Scozia perché realizzato in filo di lana originario di questo paese la trama ne rappresenta l’identità nazionale.

Nato intorno al XVI secolo veniva utilizzato per distinguere i 33 clan (o casate) presenti nelle Highlands Scozzesi.
I colori e il disegno del clan veninvano scelti dal capo su approvazione della Lyon Court e la descrizione registrata ufficialmente nel registro pubblico di tutti gli stemmi e le insegne. 

Il famoso gonnellino, chiamato Kilt, arrivò solo intorno al XVIII, inizialmente l’indumento caratteristico maschile era un “plaid” stretto in vita da una cintura e puntato con una spilla sulla spalla, con la parte superiore a ricoprirle entrambe e la parte inferiore al ginocchio, in totale era lungo 4/5 metri e largo 2 metri circa.

Da allora fino ad oggi il Kilt rappresenta il costume tradizionale scozzese, con una sola battuta d’arresto intermedia che durò 36 anni (dal 1746 al 1782), durante la rivolta giacobina, che portò alla sconfitta del principe Carlo Edoardo Stuart e all’interdizione dei costumi e delle armi degli uomini delle Highlands per indebolire lo spirito ribelle e distruggere la cultura dei clan.
Fu poi Re Giorgio IV nel 1822 a suggerirne la riabilitazione, ma sono nelle occasioni ufficiali.

L’utilizzo e la versatilità di questa speciale trama oggi permette di realizzare capi di vario stile, genere e pesantezza.
Si tratta di un motivo su cui marchi come Burberry hanno saputo costruire un vero e proprio impero e che pur mantenendone lo stile più classico sono diventati protagonisti della scena fashion contemporanea (per saperne di più scopri anche: Burberry, storia di un marchio elegante ed innovativo).

E’ stato emblema delle Preppy e Ivy League Girls con connotazioni bon ton davvero femminili.

Grazie a modelli, capi e colori ideati da stilisti come Vivienne Westwood ha poi acquistato anche caratteri più sovversivi e punk discostandosi dal “tartan affair” della Casa Reale inglese.

Negli anni ’90 il tartan è stato alla base dello stile grunge e ancora oggi spopola fra i più giovani e meno giovani nelle sue diverse accezioni.

Non perdere l’occasione di realizzare un meraviglioso capo in Tartan o perché no una bella tovaglia o delle eleganti tende! Scopri le stoffe in vendita sul nostro shop e comincia subito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *